Leggere il presente per scrivere il futuro
Sei in: Home  /  Chi siamo  /  Storia

Chi siamo

Storia

Editoriale Domus fu fondata a Milano da Gianni Mazzocchi nel 1929. Con un intuito geniale che gli permise di vedere ben oltre il suo tempo, Gianni Mazzocchi fu capace di concepire e realizzare testate che hanno fatto la storia dell’industria editoriale italiana. L’impegno di Editoriale Domus continua sulla scia del suo fondatore ricercando per i suoi prodotti e e le sue iniziative creatività, innovazione, competenza e affidabilità.

1928

Nasce Domus

Nasce a Milano Domus, rivista di “architettura e arredamento dell’abitazione moderna in città e in campagna” diretta da Gio Ponti e edita dalla Accomandita Domus. Prezzo 10 lire, tiratura di lancio 100.000 copie.

1929

Gianni Mazzocchi fonda l'Editoriale Domus

Gianni Mazzocchi insieme con Gio Ponti decide di rilevare la testata Domus, allora in un momento di sofferenza, e fonda la casa editrice Editoriale Domus.

1934

Casabella viene rilevata da Editoriale Domus

Gianni Mazzocchi rileva Casabella, rivista che si occupa di arredamento tradizionale. Il direttore è l’architetto Giuseppe Pagano Pogatschnig, che con la collaborazione del critico d’arte Edoardo Persico rende in poco tempo la rivista portavoce di tutte le correnti più moderne dell’arte. Concluso il periodo del grande rinnovamento, nel 1964, Casabella viene ceduta.

1934

Prima edizione del Libro di Casa

1934: porta questa data il primo Libro di Casa, agenda mutata più volte nella veste, nel formato e nel contenuto, uscita puntualmente fino al 2005 tutti gli anni, compresi quelli della guerra e dell’immediato dopoguerra. Nell'immagine l'edizione del 1935.

1934

Esce in edicola Fili

Nato come supplemento omaggio di Domus, in dicembre esce in edicola come testata autonoma Fili, pubblicazione dedicata al ricamo e ai lavori domestici. Seguono a breve Fili-Moda, I Bimbi di Fili, Fili lana, Il Corredino di Fili e Fili d’Oro.

1939

Nasce Panorama

Esce in edicola il primo fascicolo di Panorama, quindicinale in formato tascabile. La rivista è strutturata per ospitare articoli brevi e concepita per essere raccolta, con apposita copertina editoriale in tela di canapa, in volumi.

Nonostante il successo e le di grandi firme coinvolte, l'entrata in guerra dell'Italia segna pesantemente le sorti del giornale, che dal luglio del 1940 passa al Gruppo Editoriale Milanese e subito dopo viene chiuso, censurato per disfattismo, in riferimento ai contenuti di un articolo pubblicato a firma di Indro Montanelli.

1945

Nasce L'Europeo

Nel novembre esce il primo numero de L’Europeo. Grande formato (42x60 cm), grandi titoli, grandi fotografie. E’ il primo grande settimanale del dopoguerra: la novità assoluta della formula, la modernità del taglio degli articoli, dei metodi di lancio e diffusione assicurano un successo clamoroso e immediato.

Ceduto nel 1952 a Rizzoli ancora oggi è considerato l’anticipatore di quel nuovo genere di pubblicistica a rotocalco che poi trovò tanti imitatori in Italia e anche all’estero.

1948

Nasce Settimo Giorno

Nel novembre nasce Settimo giorno, rotocalco di attualità, politica e sport diretto da Emilio Radius. Il nuovo settimanale ospita articoli e fotoreportage che non trovano spazio nelle pagine de L’Europeo.

1949

Nasce il Mondo

A gennaio nasce il settimanale Il Mondo. Diretto da Mario Pannunzio per scelta personale di Gianni Mazzocchi, la pubblicazione diventa in breve il più importante punto di riferimento intellettuale dell’epoca. Fra i prestigiosi collaboratori Luigi Einaudi, che si firma Manlio Magini.

1950

Prima edizione de Il Cucchiaio d'Argento

Esce la prima edizione de Il Cucchiaio d'Argento, primo libro moderno di cucina nel panorama editoriale italiano dell'epoca, pratico e facile da consultare. Il manuale diventa rapidamente un classico e un best seller.

Nel corso degli anni con le sue nove edizioni (l’ultima è del 2011) l’opera si evolve mantenendo il rigore e la continuità con la tradizione.

La veste editoriale è mutata più volte e alcune edizioni vantano copertine d’autore: Renato Gruau (1972), Bruno Munari (1986), Tullio Pericoli (1997).

1954

Nasce Stile Industria

Nel giugno nasce Stile Industria, rivista trimestrale diretta da Alberto Rosselli, per promuovere la dimensione estetica del prodotto. La grande intuizione della rivista sta nel sottolineare, nell'ambito della filosofia del progetto del design industriale, l’importanza qualitativa della parte grafica e dell’imballaggio.

Malgrado la sua breve durata (sarà pubblicata fino al 1963 e poi di nuovo dal 1995 al 1997) la rivista ha costituito un punto di riferimento essenziale nella riflessione sulla filosofia della produzione.

1956

Nasce Quattroruote

n febbraio esce in edicola il primo numero di Quattroruote, mensile dedicato all’automobile e dalla parte degli automobilisti. Prove di vetture italiane e straniere, test di affidabilità e durata, anteprime e manutenzione, quotazioni di auto nuove e usate, grandi inchieste: fin dal primo fascicolo il mensile suscita immediato interesse da parte di automobilisti e appassionati e, grazie anche all’assoluto rigore e attendibilità delle sue Prove su Strada, acquisisce autorevolezza presso le Case automobilistiche. La rivista porta avanti anche grandi campagne d’impegno civile in difesa degli automobilisti e a favore della sicurezza.

1957

Editoriale Domus rileva L'Auto Italiana

Dal 1957 al 1969 Editoriale Domus è editrice di L'Auto Italiana, storica rivista il cui primo fascicolo ha esordito in edicola nel 1919 edito dall'Associazione Nazionale Automobilisti in Congedo.

1961

Nasce Quattrosoldi

Nell’aprile nasce Quattrosoldi, pubblicazione di economia che tratta di Borsa e investimenti, primo giornale in Italia in difesa dei consumatori e dei risparmiatori. Direttore, oltre che editore, Gianni Mazzocchi; redattore capo Oreste del Buono.

1977

TuttoTurismo esce in edicola

Nel dicembre esce in edicola TuttoTurismo, inizialmente come pubblicazione trimestrale. Nato da una costola di Quattroruote che da sempre dedica spazio a viaggi, itinerari e turismo legati all'uso dell'auto, anche TuttoTurismo si occupa di provare viaggi organizzati, controllare il livello di accoglienza delle strutture, stilare pagelle.

1978

Nasce TuttoTrasporti

L’importanza del veicolo industriale e la sua diffusione richiedono un attenzione pari a quella che la stampa specializzata ha per le auto: nasce TuttoTrasporti, rivista a cadenza mensile che effettua le prove su strada dei modelli più significativi, svolge inchieste nel settore, parla con gli uomini dei camion e sottolinea i molti problemi del loro lavoro.

1978

La collezione del Museo Quattroruote

Gianni Mazzocchi vuole affiancare al suo giornale un museo dove le vetture esposte "raccontino" la storia della loro evoluzione. La collezione, da lui iniziata negli anni Quaranta, è oggi composta da 46 vetture la maggiorparte delle quali perfettamente funzionanti, 2 go-kart, 5 carrozze, una slitta, una motoslitta, 9 moto e 3 biciclette. Il museo è ospitato presso la sede della Casa editrice e viene occasionalmente aperto al pubblico per visite guidate.

1980

La nuova sede

Editoriale Domus si trasferisce dal centro di Milano a Rozzano, dove attualmente ha sede. Le redazioni e gli uffici prendono posto nell’edificio commissionato dalla casa editrice allo Studio di architettura Nizzoli che ne cura il progetto e la realizzazione.

1983

Nasce Volare

Esce in edicola il primo numero di Volare. La rivista rompe la tradizione dell'editoria aeronautica rivolgendosi alla comunità dei piloti, professionisti e privati e degli appassionati.

1984

Giovanna Mazzocchi alla guida di Editoriale Domus

Alla scomparsa del padre Giovanna Mazzocchi, già in azienda dal 1974, assume la carica di Presidente della Casa editrice e ne prosegue l’attività imprenditoriale.

1987

Nasce la Banca Dati Auto

Realizzata inizialmente per scopi redazionali, la Banca Dati Auto di Quattroruote pone le basi per lo sviluppo di prodotti e servizi orientati non solo agli automobilisti ma anche agli operatori professionali automotive. Oggi è autorevole punto di riferimento per i consumatori, le Case, le assicurazioni, i noleggiatori e tutti gli operatori del settore.

1988

Nasce Meridiani

Da un progetto editoriale ispirato alla rivista tedesca Merian, nasce Meridiani, pubblicazione monografica dedicata al viaggio. Dopo Venezia, protagonista del primo numero, è il truno di altre città, luoghi esotici, isole, luoghi incontaminati, destinazioni tradizionali o insolite. Di meta in meta, nel 2011 esce il numero 200.

Ogni monografia è un viaggio non convenzionale in città e luoghi che, attraverso reportage giornalistici, servizi fotografici, racconti di famosi scrittori, vengono ritratti con un taglio originale, curato e approfondito, mai scontato.

1995

Nasce l'Automotive Safety Centre

Con il preciso intento di creare un circuito-laboratorio per effettuare le prove di Quattroruote, nel 1995 Editoriale Domus realizza nel paesaggio rurale di Vairano di Vidigulfo, in provincia di Pavia, l’Automotive Safety Centre (ASC). La struttura, che occupa un’area di 50 ettari, è composta da un circuito di 8 km di piste, un circuito speciale off road, piazzali per esercitazioni e simulazioni, officine specializzate per le rilevazioni e la messa a punto delle vetture e un Centro Congressi.

1996

Quattroruote è online

Anticipando il trend che nel giro di pochi anni porterà tutte le aziende a operare online, Editoriale Domus muove i primi passi nel web con il sito internet di Quattroruote.

Tra i primi servizi offerti Infotrafic, per partire informati e in sicurezza.

2002

Nasce Meridiani Montagne

Esce in edicola il primo numero di Meridiani Montagne, inizialmente come trimestrale. La testata monografica interamente dedicata alla montagna e alla cultura alpina diventerà presto leader assoluta nel mercato dei periodici di settore.

2005

Nasce Dueruote

Dopo l'acquisizione nel 2004 del sito motonline.com da parte di Editoriale Domus, nell'aprile del 2005 debutta il nuovo mensile Dueruote, dedicato al vasto pubblico dei motociclisti: praticanti, appassionati o semplicemente curiosi di avvicinarsi al mondo delle moto e degli scooter.

2007

Nasce XOff Road

A novembre esce in edicola il primo numero di XOff Road, rivista nata da una costola di Dueruote dedicata agli appassionati di Cross, Enduro e Motard.

2007

Nasce TopGear

Esce il primo numero di TopGear, edizione italiana del mensile di auto più venduto in Gran Bretagna. La rivista, nata dall'accordo tra Editoriale Domus e BBC Magazines, è dedicata a tutti coloro che vivono l'auto con ragione e passione, stile e divertimento.

2007

Nasce quattroruoteTV

In occasione del Mororshow di Bologna esordisce sul web la tv di Quattroruote: oltre 200 ore di diretta e 200 clip che propongono in tempo reale interviste e novità dalla manifestazione. Il successo dell’esperimento porterà allo sviluppo nel tempo di un vero e proprio canale televisivo online. QuattroruoteTv è dal giugno 2011 completamente integrato al sito quattroruote.it, con un palinsesto di programmi inediti, organizzato in canali tematici e rubriche.

2008

Giovanna Mazzocchi nominata Cavaliere del Lavoro

In occasione delle Festa della Repubblica, il 2 giugno il Capo dello Stato Giorgio Napolitano nomina 25 nuovi Cavalieri del Lavoro. Fra gli insigniti, per l’editoria Giovanna Mazzocchi presidente di Editoriale Domus.

2010

Primo Raduno dei Raduni

Quattroruote organizza presso l’impianto di Vairano il primo Raduno dei Raduni, una grande festa per i veri appassionati di auto: oltre un migliaio di vetture radunate per club di marca, modello o "trasversali" di auto di tutti i generi, dalle piccole 500 alle supercar, dalle autoclassiche alle ultime arrivate. L'evento diventa un appuntamento annuale.

2011

Prima edizione del Premio Gianni Mazzocchi

Quattroruote istituisce un premio intitolato alla memoria del suo fondatore, il premio Gianni Mazzocchi. Il riconoscimento viene destinato a una figura di spicco di livello mondiale impegnatasi nel settore automotive.

2014

Sofia Bordone Amministratore Delegato

Sofia Bordone, terza generazione della famiglia Mazzocchi, laurea in Economia alla Bocconi, dopo alcune esperienze professionali all’estero, inizia un percorso interno ad Editoriale Domus per poi assumere la carica di Editore Incaricato e di International Director. Dal maggio 2014 è Amministratore Delegato dell'azienda.