Leggere il presente per scrivere il futuro
Sei in: home / press / dettaglio

PRESS

COMUNICATI STAMPA
Torna indietro

25 Gennaio 2017

Se l'usato sfugge al richiamo

La proposta di Quattroruote

Nel solo 2016 in Italia si stima che siano stati richiamati dai costruttori quasi 1,6 milioni di veicoli, per varie tipologie di difetti, molti dei quali attinenti la sicurezza: di questi, circa l’8% - secondo Quattroruote - non è stato sottoposto alle modifiche previste dalle Case ed è rimasto in circolazione, costituendo una potenziale fonte di pericolo. Un rischio che, per di più, si trasmette in caso di compravendita delle vetture, un’eventualità non infrequente visto che, ogni anno, passando di mano circa 2,8 milioni di auto usate.

Quattroruote, nel numero di febbraio in edicola domani, denuncia come questa situazione esponga i consumatori a delle situazioni oggettive di pericolo: chi compra una vettura di seconda mano oggi ha, infatti, pochi strumenti per scoprire se se sia stata correttamente sottoposta agli eventuali richiami e, quindi, sia realmente sicura.

Fatta eccezione per i concessionari dello stesso marchio del veicolo venduto, che possono verificare l’esistenza di eventuali richiami pendenti tramite il numero di telaio, tutti gli altri soggetti, privati ma anche professionisti come i salonisti indipendenti hanno come unica possibilità di verifica la consultazione dell’Albo dei richiami, presente sul sito del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: una fonte, però, che risulta incompleta e non esaustivo.

Per porre rimedio a questa situazione, il mensile di Editoriale Domus propone l’istituzione di un Archivio Nazionale dei veicoli richiamati, ospitato sempre sul sito ministeriale, ma alimentato dalle Case in tempo reale: una piattaforma online che permetta a tutti di verificare - tramite numero telaio - se il veicolo di proprio interesse è stato risanato, come richiesto dal costruttore, oppure no.

CONTATTI

Editoriale Domus

Via Gianni Mazzocchi 1/3,
20089 Rozzano (MI), Italia

+39.02.82472.525

Ufficio Stampa

Elisabetta Prosdocimi

+39.338.3548515

RICERCA COMUNICATI

> annulla ricerca