Leggere il presente per scrivere il futuro
Sei in: Home  /  Press  /  Dettaglio

Dettaglio

COMUNICATI STAMPA
Torna indietro

07 Luglio 2016

Inchiesta sulle aree di servizio autostradali

Dove conviene fermarsi e dove tirare dritto

82 aree di servizio visitate e GIUDICATE percorrendo 3 mila chilometri da nord a sud. È la nuova inchiesta di Quattroruote, pubblicata sul numero speciale di luglio e dedicata alle autostrade italiane. Una guida pensata per tutti coloro che, durante il periodo estivo, viaggeranno in auto e necessiteranno di una sosta. Oggetto dell’indagine, gli autogrill lungo il percorso Milano-Palermo, ovvero sulle autostrade A1, A30, A3, A20 e A19.

Quattroruote prende in esame tutti gli aspetti relativi alle strutture: gli spazi di sosta e la loro qualità (ordine, segnaletica, coperture), l'efficienza degli edifici, lo stato di manutenzione e l'offerta di servizi particolari (aree da picnic, spazi per i cani, giochi per bambini), la tipologia, l'offerta e la pulizia dell'area di ristoro, l'accessibilità e la qualità delle strutture per gli utenti disabili, l'efficienza e la pulizia delle toilette, il prezzo dei carburanti. Molte, quindi, le variabili in gioco; poche, invece, le strutture promosse a pieni voti, soprattutto a sud di Napoli.

L’unica area di servizio a ottenere punteggio pieno, ovvero le cinque stelle di Quattroruote, è risultata Secchia Ovest (Modena), dove a fine maggio è stata inaugurata la “cogestione” tra Autogrill ed Eataly. Medaglia d’argento, con quattro stelle, solo per Arda Ovest (Piacenza), dove la struttura un po’ datata è stato rinnovata, e Somaglia Ovest (Lodi), che si distingue per i bagni moderni e ben tenuti. Maglia nera, invece, per gli autogrill toscani Bisenzio Ovest ed Est e Lucignano Est: strutture piccole, fatiscenti, discutibilmente pulite e con prezzi dei carburante superiori alla media.

Andando verso Sud, la situazione fotografata da Quattroruote peggiora: fatta eccezione per alcune strutture rinnovate tra Roma e Napoli e nel tratto iniziale dell’A3 (Teano Ovest, San Nicola Ovest, Baronissi Ovest, Casilina Est e Rogliano Est), il resto delle aree ha meritato giudizi bassi. Ci s’imbatte, infatti, in vecchi snack bar, scaffali mezzi vuoti, bagni coperti con cartoni (come a Galdo Ovest), toilette fuori uso e pulizia mediocre. Anche nei tratti rinnovati della Salerno-Reggio Calabria il panorama delle aree di sosta è risultato sconfortante.

Comune a quasi tutte le aree visitate, inoltre, è la scarsa attenzione prestata per gli utenti disabili, a cui, quasi ovunque, è ancora imposto di chiedere la chiave per accedere al bagno. E pari opportunità sono negate anche ai papà: i fasciatoi continuano a essere posti soltanto nei bagni per le donne, come se cambiare i bambini in viaggio ancora oggi fosse un’incombenza esclusivamente femminile.

CONTATTI

Editoriale Domus

Via Gianni Mazzocchi 1/3,
20089 Rozzano (MI), Italia

+39.02.82472.525

Ufficio Stampa

Elisabetta Prosdocimi

+39.338.3548515

RICERCA COMUNICATI

> annulla ricerca