Leggere il presente per scrivere il futuro
Sei in: Home  /  Press  /  Dettaglio

Dettaglio

COMUNICATI STAMPA
Torna indietro

24 Giugno 2010

QUATTRORUOTE TORNA SUL CAMPO DEI PARCHEGGIATORI ABUSIVI

SPECIALE INSERTO MILANO

A 24 ore dall'ultima retata eseguita dalla Polizia Locale che ha sanzionato per 2mila euro i parcheggiatori abusivi davanti alla nota discoteca Old Fashion, Quattroruote torna nelle strade della movida dance milanese e rivela come nulla sia cambiato. Pettorine fluorescenti, piccole torce per un preciso sistema di segnalazione a staffetta e 5 euro per la comodità di trovare parcheggio e ritirare l'automobile integra. E' questo il quadro immutato che si è presentato ai giornalisti del mensile di Editoriale Domus che proprio al business dei parcheggiatori abusivi dedica lo speciale inserto Milano del numero di luglio, in edicola da venerdì 25 giugno. Un business gestito magistralmente da un soggetto italiano che "controlla" tutte le strade che portano all'entrata delle maggiori discoteche e che non a caso impiega decide e decine di stranieri, nullatenenti e senza posizioni fiscali, per nulla intimoriti dal ricevere sanzioni che tanto mai pagheranno.

Una fitta rete di interessi pronti a difendere le proprie posizioni, con tutti i mezzi. Quattroruote indossa la pettorina e prova ad inserirsi nel gruppo ma ben presto arrivano i "caporali" e deve fare marcia indietro: un rapido calcolo però non lascia dubbi. Il reticolato di strade tra via Alemagna, Moliere e Milton è lungo oltre 2km, ovvero ha una capacità di circa 5 mila posti per lato. A 5 euro cadauno implica un incasso a sera di 10 – 15 mila euro e oltre. Dopo solo 3 ore di lavoro la multa sarebbe pagata. Ma tanto nessuno versa un centesimo se non la quota dovuta al protettore. "Noi lo facciamo perché si guadagna bene" conferma il più giovane dei multati, egiziano senza permesso di soggiorno.

Un meccanismo rodato contro il quale le forze dell'ordine sono, evidentemente, impotenti e a cui il cittadino non può sottrarsi. D'altronde basta sentire cosa risponde il buttafuori a cui Quattroruote chiede cosa succede se uno si rifiuta di pagare: "dico solo che qui una macchina è andata a fuoco".

CONTATTI

Editoriale Domus

Via Gianni Mazzocchi 1/3,
20089 Rozzano (MI), Italia

+39.02.82472.525

Ufficio Stampa

Elisabetta Prosdocimi

+39.338.3548515

RICERCA COMUNICATI

> annulla ricerca